Questo sito utilizza i cookie. Se si continua a navigare sul presente sito, si accetta l'utilizzo di tutti i cookie.

Mercoledì, 14 Novembre 2018
  • 20 giugno
    Giornata Mondiale del Rifugiato
  • Tutti i mesi ARCI Terni su "La Pagina"
  • Un giro di "vite" contro ogni pregiudizio
    scarica qui il libro
  • disponibile il CD "Sirena dei Mantici"
  • l'impegno di ARCI
  • 5X1000 ARCI
    CF 97054400581
  • I laboratori di "Un giro di vite"
    scarica qui il volume

"Gnokoland" la cittadella dell'integrazione ad EPHEBIA 2018

ephebia A4 pag1 001

SAREMO PRESENTI ALL'EPHEBIA FESTIVAL ALL'INTERNO DELLA CITTADELLA DELL'INTEGRAZIONE CON LA NOSTRA VETRINA "FINIS TERRAE". Venerdi pomeriggio all'interno della cittadella si svolgerà una riunione delle Associazioni del territorio in vista della Marcia Perugia - Assisi del 7 ottobre; il sabato pomeriggio dimostrazione del laboratorio di stampe realizzato da ARCI

Finis terrae

Finis terrae è una vetrina. E’ la parte visibile dei tanti laboratori e delle buone pratiche che Arci Terni sostiene nei numerosi progetti che ha attivato negli ultimi anni.
Finis terrae è la metafora del paradosso. La punta più estrema del mondo occidentale per tanto tempo, là dove si riteneva che finisse il mondo e dove finiva/finisce il cammino di Santiago (“capo finis terrae”, appunto, nella Spagna del Nord direttamente sull’Atlantico), che poi è divenuta la costa da cui si è partiti per scoprire il “nuovo mondo”, le Americhe. La fine come inizio.
Come a dire: “là dove si pensava finisse il mondo è iniziata la modernità”. Basta il desiderio di conoscenza, la curiosità, l’aprirsi a nuovi mondi e a nuove rotte. Magari, come accadde a Cristoforo Colombo, fa comodo anche qualche errore: ipotizzare di andare da una parte e ritrovarsi per caso in un mondo nuovo. Questo spirito sarebbe la medicina più appropriata ai mali di questa società sempre più malata di assenza di orizzonte. Solo il coraggio e il supporto di qualche navigatore d’esperienza possono portarci a scoprire pezzi di futuro.
Così, mentre il dibattito pubblico si nutre di paure e timori nei confronti dei diversi, noi pensiamo sia bene aprire le porte e lasciar intravedere nuove pratiche di integrazione tra cittadini vecchi e nuovi.

I nostri laboratori…

Orli e Vapori Traguardo finale dell'omonimo laboratorio di cucito e riciclo creativo, inserito in un progetto di aggregazione ed emancipazione rivolto a donne italiane e straniere che ha coinvolto anche la nostra Associazione. Vestiti dismessi, accessori vintage, stoffe e materiali di recupero sono stati trasformati in nuovi pezzi di design e di moda: riciclo, creatività e praticità sono le parole che contraddistinguono il lavoro delle artigiane partecipanti al progetto. Ogni pezzo è realizzato a mano, unico nel suo genere e capace di raccontare la storia di chi lo ha ideato e confezionato. „Orti e Vapori“ è adesso anche al centro di Terni, in Via del Tribunale,19 presso „Tre Civette sul comò“.
L’orto “Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, gente che sa fare il pane, che ama gli alberi e riconosce il vento.” Con lo spirito dei versi di Franco Arminio abbiamo iniziato a coltivare verdure e legumi, per realizzare poi qualcosa di più grande e vivace. Pomodori, patate, zucchine fanno parte della ricca produzione del nostro orto in Valnerina, curato dai nostri ragazzi ospitati nei progetti d’accoglienza e da un gruppo di volontarie della zona

Il miele Il nostro orto cresce e da buoni frutti anche per merito delle api che lo circondano e che si prendono cura di ogni piccolo fiore fino a quando non diventa pomodoro o zucchina. Grazie ad un corso di apicoltura, realizzato per i ragazzi dei nostri progetti e per gli abitanti della Valnerina, abbiamo messo in piedi un nostro piccolo apiario e da quest’anno è pronto anche il “Millefiori Valnerina”, una vera bontà che non può mancare nelle vostre dispense.

Le stampe Il laboratorio di stamping è stato realizzato da Marianela Taborga, artigiana e collaboratrice di Arci Terni. Con lei hanno seguito un laboratorio di stampe i beneficiari dei CAS di Terni. Il processo di elaborazione è iniziato con la scelta dei disegni: ogni partecipante ha fatto una ricerca personale di un disegno rappresentativo della cultura del proprio paese di origine, per poi passare alla costruzione del timbro e alla successiva stampa.E’ stato un lavoro impegnativo, artigianale e molto importante; le borse realizzate sono state donate agli oltri cinquecento delegati presenti al Congresso Nazionale ARCI a Pescara.

Musica La musica e le musiche dal Mondo hanno sempre caratterizzato le nostre iniziative interculturali, un linguaggio fluido capace di instaurare incontri e relazioni, di produrre senso. Non poteva quindi mancare un Laboratorio musicale come “Chi s(u)ono?” con le percussioni protagoniste, insieme ovviamente ai ragazzi che hanno affrontato diversi temi nei brani: guerre, razzismo, famiglia. Sono così nate diverse collaborazioni ed esibizioni dal vivo, culminate poi con il CD “Interplay”

E durante “Ephebia Festival” non mancheranno momenti di convivialità dove sarà possibile gustare del buon cibo, grazie alla collaborazione con NO. VA. CATERING sarà possibile noleggiare tensostrutture e tavoli per consentire agli ospiti del Festival di trascorrere momenti di convivialità durante i concerti, il tutto con l’aiuto dei ragazzi ospitati nei nostri progetti di accoglienza che in passato hanno svolto percorsi formativi nell’ambito della ristorazione

0
0
0
s2sdefault
Newsletter Arci Terni

Arci

sirenadeimantici

arcireport
rassegnastampa